SORRENTO & DINTORNI - Il portale della penisola Sorrentina - Notizie, avvenimenti, serate e Gossip di Meta, Piano, Sant'Agnello, Sorrento e Massa Lubrense.
 



Sorrentoedintorni.it
News, Messaggi, Mercatino. Il sito Comunity degli abitanti della penisola Sorrentina

 

 

Home |  News |  Scrivi un Articolo |  Messaggeria |  Mercatino |  Utenti |  Shopping | 

Sondaggio Elezioni Metesi. Chi sara' il nuovo sindaco?
Viggiano A.
Le rubriche di Sorrentoedintorni

- I Personaggi

- Il Mercatino

- Fotogallery

- Videogallery

- Amici

- Come eravamo

- Inserisci Messaggio

- Le Rubriche Utenti

- Pubblicizza la tua Attivit

- Apriti un e-commerce

- Registrati come utente

 

Gli ultimi annunci inseriti nel Mercatino

 

Scarica Sorrentoedintorni Magazine in PDF

La partite Sorrento Viareggio

Iscriviti alla Mailing List di Sorrento e Dintorni
Iscriviti alla Mailing List
 

Inserisci nel campo sottostante la tua email

Le pagine e i link consigliati da Sorrento e dintorni

- Musica al Matrimonio

- Matrimonio a Sorrento

- Sorrento Musica

- Ristorantidisorrento .it

- Lo sport in penisola

- Campaniasposi .com

- Il Blog Di Vico Equense

- Angie Guida Supereva

- Sposarsi in penisola

- La notte a Sorrento

- Prodotti Tipici

- Sorrentoeventi

- Links

- Chi Siamo

 

 
BENEFICI FISCALI PER LE FAMIGLIE: SARANNO VERITIERI?

Italia

Scritto da: Serena Pane - Paese: Italia

L’ultima manovra del Governo a sostegno delle famiglie e delle fasce deboli si è concretizzata nell’introduzione della “social card”, una carta di credito ricaricabile ogni mese di 40 euro. Ovviamente non tutti possono beneficiarne. I requisiti per ottenerla sono stringenti: avere un bambino con età inferiore ai 3 anni, un reddito inferiore agli 8.000 euro l’anno (acclarato da un modello Isee), il possesso di una sola automobile e una sola casa, avere intestata un’unica utenza di elettricità e gas, avere risparmi non superiori a 15 mila euro.

Mi chiedo quali famiglie con tali requisiti possano permettersi il lusso di avere un bambino.

Stessa storia se andiamo ad analizzare come è cambiato il sistema di detrazione fiscale delle spese nella dichiarazione dei redditi. Molti di voi sanno, ad esempio, che è possibile detrarre dal reddito dei genitori le spese per medicinali e visite mediche sostenute per i figli a carico con una franchigia di 129, 11 euro. Ossia se la spesa complessiva supera tale soglia si ha diritto ad una detrazione del 19% sulla differenza, con la possibilità di scegliere a quale genitore imputare tutte le spese sostenute.

Orbene, dal 2007 la situazione è leggermente cambiata (a sfavore del contribuente). Le spese sostenute per i figli vanno obbligatoriamente ripartite al 50% tra i genitori senza più la possibilità di imputarle tutte ad un unico genitore. Come capirete bene, ciò comporta che ognuno dei due genitori deve superare la soglia fissa per aver diritto allo sconto fiscale, condizione che mediamente non viene quasi mai raggiunta.

Stesso discorso per un’altra tipologia di spesa per cui è riconosciuta la detrazione del 19% in sede di dichiarazione dei redditi: l’abbonamento ai mezzi pubblici. In questo caso la beffa è nel fatto che il tetto massimo di spesa per tale voce è fissato complessivamente in 250 euro l’anno, a nulla importando il numero di familiari titolari di abbonamento. In fin dei conti ogni famiglia risparmierà al massimo 47 euro, nonostante il prezzo medio di un abbonamento annuale si aggiri intorno ai 600 euro per persona.

Dati alla mano, tirate voi le somme delle manovre a sostegno delle famiglie italiane.

Articolo Aggiunto il: 05/12/2008

 

 

VUOI GESTIRE ANCHE TU UNA RUBRICA TUTTA TUA?

Manda una email a info@sorrentoedintorni.it

 

Le rubriche da non perdere
AMADEUS STRUMENTI MUSICALI - Meta
Sorrento Musica - Pianobar - Sorrento e dintorni
Hotel Sorrento - Sorrento e dintorni
Villa dei DArmiento - Sant'Agnello
Shiva emotional spa - Sant'Agnello
Chiacchierina - Piano di Sorrento

 

 

Sorrentoedintorni.it - Il portale della penisola Sorrentina - P.Iva 05793481218

Testata Giornalistica - Reg.Tribunale di Torre Annunziata N.2 del 27/04/2010

consentito l'uso dei testi con l'obbligo di citare la fonte come da legge